Italia assoluta protagonista del Mondiale Motocross Junior! Andato in scena oggi a Pietramurata, l’evento riservato ai giovani Under 17 ha visto gli atleti azzurri tra i migliori interpreti della disciplina. >>> FOTOGALERIE

Grazie alle loro prestazioni, l’Italia si è laureata Campione del Mondo Motocross Junior a squadre venendo premiata sul podio dal Presidente FMI Giovanni Copioli. A dare ulteriore prestigio a questo risultato, i grandi obiettivi raggiunti da Mattia Guadagnini e Valerio Lata, neo iridati rispettivamente nella 125 cc e nella 85 cc.

Nella ottavo di litro, Guadagnini (Husqvarna) ha vissuto due manche diverse tra loro. In gara 1 il britannico Joel Rizzi (Ktm) è scattato al meglio e Mattia, quinto nelle fasi iniziali, al termine del primo giro era 3° e nel secondo ha effettuato il sorpasso decisivo per andare in testa e ottenere il successo davanti al francese Tom Guyon (Ktm). In gara 2 il veneto ha conquistato l’holeshot ma non è riuscito ad andare in fuga. Ha però gestito bene il testa a testa con il transalpino, che all’ottavo giro è caduto dando la possibilità all’italiano di prendere il largo e conquistare, con un en plein, il titolo di Campione del Mondo 125 cc. A ridosso della top ten di giornata, Andrea Bonacorsi (Ktm) 11°.

Impeccabile Valerio Lata (Ktm) nella 85 cc. Il romano, 14 anni appena compiuti, in gara 1 ha lasciato l’holeshot al lettone Alberts Reisulis (Ktm), sorpassandolo già nel primo giro e prendendo un buon vantaggio sugli avversari. Lata ha vinto in solitaria davanti a un ottimo Matteo Luigi Russi (Ktm) che ha scavalcato Reisulis a tre quarti di heat. Nella seconda manche Valerio è stato perfetto: holeshot e gara trascorsa in solitaria al comando. Una condotta che gli ha permesso di realizzare una bella doppietta e conquistare il titolo di Campione del Mondo 85 cc. Davvero bravo anche Russi, caduto alla seconda curva di gara 2 mentre era 3°; 15° al primo passaggio, è passato 5° sotto la bandiera a scacchi ottenendo un ottimo 3° posto di giornata. 2° il lettone Edvards Bidzans (Husqvarna).

Nella 65 cc il migliore azzurro è stato Edoardo Martinelli (Husqvarna). 7° dopo poche curve della gara di apertura, ha rimontato fino alla 4° piazza; al quinto giro è scivolato perdendo la posizione per poi recuperarla all’ultima tornata. In gara 2 non è partito bene – era 13° al primo passaggio – ma ha rimontato con costanza fino al 5° posto. Posizione occupata anche nella classifica di giornata, che ha visto Paolo Martorano (Ktm) chiudere la top 10 e Nicolò Mannini (Yamaha) 11°. Il ceco Vitezslav Marek (Ktm) si è laureato Campione del Mondo di categoria. Visti i risultati, l’Italia ha conquistato il Mondiale Motocross Junior totalizzando 7 punti. Seconda la Francia a quota 20 e terza la Gran Bretagna a 22.

http://motoclubarco.it/index.php/info/fotos